Stiamo percorrendo il ciclo B dell’anno liturgico , che ci propone ogni domenica un brano del vangelo di Marco. In quello odierno l’evangelista chiama per la prima volta i collaboratori di Gesù con l’appellativo Apostoli.
Image

  Li aveva mandati a compiere qualche missione nei paesi vicini , ed al ritorno “riferiscono tutto quello che avevano fatto e insegnato“ . Sono entusiasti , raccontano , parlano ,parlano , sono indaffarati e “ non avevano più neanche il tempo di mangiare..” .
Ed ecco subito la paterna premura del Cristo. “..venite in disparte , in un luogo solitario , e riposatevi un po’..
L’unico modo per sottrarsi alla folla fu questo: partirono in barca da Cafarnao e con una traversata di circa 10 chilometri , raggiunsero Betsaida Giulia nella parte nord della sponda orientale del lago di Tiberiade , salendo poi sopra un’altura .
Ma molti della folla , avendoli visti partire , compresero dove Gesù era diretto e sparsero la voce . E tutti cominciarono a camminare a passo sostenuto lungo la riva del lago , in modo quasi parallelo a quella della barca di Gesù .
E Gessi serve anche di questo imprevisto contrattempo per dare agli apostoli di tutti i tempi un insegnamento sugli imprevisti dell’attività apostolica e sulla perenne disponibilità che essi debbono avere.
Mettiamoci tutti noi per un attimo come attori di questo imprevisto . Avremmo anche noi programmato un po’ di sacrosanto riposo e , trovandoci ancora davanti numerosa folla , con richieste continue , pressanti , petulanti ,ci viene spontaneo dire :…ma quanto rompe ora questa folla…e dateci un po’ di riposo – abbiamo anche noi diritto a un po’ di tregua…
Quanto è diverso l’atteggiamento di Gesù ! Anche Lui è stanco , sudato , sfinito , e vedendo di nuovo la stessa folla..” si commosse per loro,perché erano come pecore senza pastore; e si mise ad insegnare loro molte cose…” Hai inteso ? no n dice due parole,gli dà una benedizione e li congeda..ma anche se al limite di risorse fisiche “..insegna molte cose , vitali per questo branco di gente senza guida , senza ideali , senza valori..”.
S.Vincenzo de Paoli continuamente si domandava:cosa farebbe Gesù se fosse al posto mio ?

Rileggi attentamente il brano di vangelo di oggi , e domandati : se lui fosse al posto mio in quell’officina, con quei compagni , in quell’esercizio con quegli affari , in quell’ufficio con quegli impiegati ,..come lavorerebbe? Con quali pensieri , con quali parole , con quali atti , con quale giustizia…?

Rimani un attimo in raccoglimento , ti risponderà e ti indicherà Lui e ti sentirai vicino questo tuo amico vero ,e ti verrà spontaneo , anche questa volta , sussurrare , grazie mio Signore…
 



Slideshow Primo piano

castello_abbadia1.jpg
Vulci: visita alla Città e alle sue Necropoli
collegiata05.jpg
Il monumento funerario a Luciano Bonaparte nella Chiesa Collegiata di Canino
leopardi_01.jpg
Le Tombe dipinte di Tarquinia
canino_palazzo_roma.jpg
Tour virtuale di Canino
giugn.jpg
Tour farnesiano della Tuscia
oliofinale.jpg
L'Olio di Canino
PlayPause
previous arrow
next arrow