“Rabbì dove abiti?” Disse loro: ”Venite e vedrete…”
Image

  La liturgia ci presenta il Messia che inizia la sua vita pubblica. Si incontra ancora con suo cugino Giovanni, che ha con sé due discepoli. “…. e i due discepoli. . seguirono Gesù. Gesù allora si voltò e, vedendo che lo seguivano disse: che cercate?. Gli risposero: Rabbì (che significa maestro) dove abiti?. Disse loro: venite e vedrete….” . (Giov. 1, 35-40).

  Appare evidente come la figura del Messia provochi una attrazione particolare, istintiva, senza nessuna logica razionale. Questi due discepoli lo seguono senza sapere perché. Alla domanda improvvisa di Gesù, che voltandosi dice loro ”che cercate?”, rispondono impacciati, ”Rabbì dove abiti?
Qui noi immaginiamo che il Messia gli abbia fatto visitare un appartamentino messo veramente bene…. ma dirà loro…”gli uomini hanno le loro case, le volpi le loro tane, il Figlio dell’uomo non ha nemmeno un sasso dove posare il capo…
Eppure nonostante questa realtà socio-economica sconsolante, lo seguiranno!
Scopriranno poi nel Rabbì, dei poteri straordinari, quando saranno testimoni dei suoi miracoli. Vogliamo provare anche noi a fare la stessa domanda? CRISTO GESU’, MA TU DOVE ABITI ADESSO? Ci risponde: ”sono in mezzo a voi, la mia abitazione è la tua Chiesa nel tuo paese, nel tuo quartiere, nella tua via…
Ma io non ho mai visto la tua targa, con i giorni e le ore in cui ricevi, se per appuntamento…”Puoi venire in ogni momento, in ogni ora, ; mi troverai sempre a tua disposizione…” Ma io non conosco le tue tariffe; . . per la tua consulenza posso pagare in nero?. . oppure, con ricevuta, che maggiorazione comporta?
La mia tariffa si chiama AMORE, che è e sarà sempre sconfinato per te, mia creatura. Se sei affaticato, stanco, deluso, preoccupato, angosciato, vieni; Io risolverò
i tuoi problemi….

  E’ possibile avere un simile, garantito, onnipotente amico e non servirsene? Questo è certamente il grande assurdo dell’uomo moderno! Avere a portata di mano l’indicazione vera della soluzione dei troppi suoi numerosi problemi e cercare inutilmente altrove. Quando ne senti il bisogno, prova ad entrare nella casa di Gesù, a qualunque ora; lo troverai che ti aspetta, ti sorride, ti ascolta e ne uscirai con la certezza che non sei più solo nell’affrontare le amarezze e i guai della vita.
 



Slideshow Primo piano

castello_abbadia1.jpg
Vulci: visita alla Città e alle sue Necropoli
collegiata05.jpg
Il monumento funerario a Luciano Bonaparte nella Chiesa Collegiata di Canino
leopardi_01.jpg
Le Tombe dipinte di Tarquinia
canino_palazzo_roma.jpg
Tour virtuale di Canino
giugn.jpg
Tour farnesiano della Tuscia
oliofinale.jpg
L'Olio di Canino
PlayPause
previous arrow
next arrow