Natale è alle porte. L’annuncio della salvezza. Si fa sempre più esplicito e insistente.

Image

  Per il mondo cristiano, è l’Emmanuele, ”il Dio con noi” che ci viene incontro. In ogni storia in cui l’uomo è coinvolto, è sempre e comunque Dio a fissarne il percorso. Nella liturgia odierna viene descritto il Re David che dopo vicende drammatiche e assai dolorose, decide di innalzare un grandioso tempio al Signore come segno di amore e riconoscenza verso di Lui. Ma il profeta Natan gli comunica che sarà Dio stesso a costruire per lui una stabile e gloriosa dinastia. La fede e fiducia in Dio sono sempre ripagate!

  E in questa domenica entra in campo la donna dell’avvento: Maria. L’angelo a nome di Dio (vangelo) chiede a Maria di diventare la madre del MESSIA. . ”ti saluto piena di grazia, il Signore è con te”. A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. L’angelo le disse: ”non temere Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù….” . Allora Maria disse: ”eccomi sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto!”.
  Straordinaria questa ragazza per equilibrio e intelligenza, che dopo un attimo di titubanza per questa visione, all’annuncio della maternità, risponde con molta chiarezza che lei non ha avuto mai alcun rapporto con il suo fidanzato, Giuseppe, promesso sposo. Alla esauriente spiegazione dell’angelo, consapevole ora che questa è la volontà di Dio, pronuncia il suo “fiat” assenso, con tutte le conseguenze, umanamente tanto tristi, che ne conseguiranno. Se avrai occasione di visitare qualche presepio, soffermati sull’espressione del viso della Madonna. C’è la gioia materna e una grande serenità, nonostante la povertà e i disagi ambientali. Adora il suo bambino e ripete in continuazione: L’anima mia magnifica il Signore…. perché ha guardato l’umiltà della sua serva…grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente e santo è il suo nome.
.
  Maria di Nazareth ci sostenga nel cammino che conduce a te, Signore, perché anche in noi si compiano le tue opere e possiamo diventare strumenti di salvezza.
 



Slideshow Primo piano

castello_abbadia1.jpg
Vulci: visita alla Città e alle sue Necropoli
collegiata05.jpg
Il monumento funerario a Luciano Bonaparte nella Chiesa Collegiata di Canino
leopardi_01.jpg
Le Tombe dipinte di Tarquinia
canino_palazzo_roma.jpg
Tour virtuale di Canino
giugn.jpg
Tour farnesiano della Tuscia
oliofinale.jpg
L'Olio di Canino
PlayPause
previous arrow
next arrow