Ottobre missionario 2006

Mese di ottobre. Mese per ricordare la missione per voi… per noi mese per ringraziare voi, amici e benefattori.
La Casa di Anna, dove padre Vincenzo esercita la sua missione in Corea

  Mese di ottobre. Mese per ricordare la missione per voi… per noi mese per ringraziare voi, amici e benefattori, che ci permettete di andare avanti nel nostro impegno grazie alla vostra preghiera ed aiuto… mese per lodare insieme il Signore delle meraviglie che opera ancora oggi in mezzo a noi.
Come ben sapete mi occupo dei poveri nella citta’ di Seoung Nam, giusto alle porte di Seoul, e per essi, dal 1992 mi impegno e lavoro. Dal 1993 al 1998 con tanti laici ho lavorato alla ‘Casa della Pace’, una mensa e centro di accoglienza per anziani soli ed abbandonati. Dal 1994 al 1996 per i ragazzi poveri della citta’, con l’aiuto di molti entusiasti giovani universitari, abbiamo gestito un programma di formazione e studio. Ora dal 1998, con tanti collaboratori, sono alla ‘Casa di Anna’ dove accogliamo: gente di strada, anziani soli, disoccupati, homeless, ragazzi di strada ed un movimento per far conoscere la dislessia in Korea.
In modo semplice provo a spiegarrvi cio' che facciamo al Centro 'Casa di Anna' dove
abbiamo tre grandi attivita':

1- Il Centro di accoglienza per adulti che vivono sulla strada.
Questo e' articolato in due grandi realta':
a- Il pasto serale: 400-450 ospiti ogni giorno da lunedi’ a
venerdi. Nel 2005 abbiamo servito piu' di 84.000 pasti
b- I servizii vari che i nostri ospiti ricevono mentre cenano:
Ambulatorio, taglio capelli, doccia, distribuzione vestiti, consulenza
legale, psicologica e spirituale, sportello per il lavoro....

2- Il Centro di accoglienza per ragazzi di strada.
Questa attivita’ si articola in 3 differenti centri:
a- Casa di accoglienza-Benedetto’s House-: e’ uno shelter per i ragazzi dai 5 ai 18 anni che per diverse ragioni si trovano a vivere sulla strada: alcuni hanno problemi con le famiglie e scappano, altri sono orfani, altri ancora hanno problemi caratteriali o psicologici. I ragazzi in questo Centro di accoglienza passano normalmente 6 mesi durante i quali, attraverso la consulenza di persone specializzate e programmi finalizzati, cerchiamo di individuare le problematiche e le possibili soluzioni per qusti adolescenti. Al termine di questo periodo ci sono normalmente tre possibili interventi: i ragazzi che hanno una famiglia, attraverso il dialogo e l’incontro con i genitori tentiamo di rinserirli nel loro habit familiare. Per quelli che non hanno nessuno diamo due possibilita’:
b- Per quelli che desiderano continuare ad andare a scuola offriamo loro di entrare nella nostra ‘Casa famiglia’, dove aiutati da professionisti, si inseriscono di nuovo nell’ambiente scolastico.
c- Per quelli che non vogliono studiare e preferiscono lavorare inserendosi nella nostra casa -‘Eugenio’s House’-, li accompagnamo nel mondo del lavoro con un programma progressivo e di inserimento nella societa'.
Il nostro obiettivo e’ quello di aiutare a cresce questi adolescenti nella ‘stima di se’, avendo una ‘visione di vita, un sogno’ ed aitarli ad realizzare cio’ nella loro giovane esistenza assumendosi le proprie responsabilita’

3- Un gruppo di lavoro per promuovere la conoscenza della 'DISLESSIA' in Korea.
Anche in Korea il 5% della popolazione scolastica, come in ogni nazione, soffre a causa della dislessia. Questa e’ una realta' praticamente sconosciuta in questa societa’. Attraverso il nostro movimento desideriamo aiutare la societa’ a prendere coscienza di questo problema e stare vicino ai ragazzi ed alle famiglie, attraverso un opera di consulenza, che soffrono a causa di questa disfunzione.
Tutta questa attivita', e’ portata avanti da 8 impiegati, 400 encomiabili volontari e da me stesso. Non abbiamo, ancora, pressoche’ nessun finanziamento dal Governo Koreano e tutto e' gestito con l'aiuto volontario di tanti benefattori italiani e koreani.
Questo per dirvi che la ‘Casa di Anna’ e’ un miracolo vivente dei nostri giorni che ci mostra la potenza di Dio ed il suo grande amore per i poveri, i sofferenti, gli ultimi. Lodiamo insieme il Signore. Grazie per il vostro aiuto e per le vostre preghiere!
Vi lascio con tanto affetto
 

Temi

Gli Etruschi
Gli Etruschi
I Farnese
I Farnese
Canino
Canino
Luciano Bonaparte
Luciano Bonaparte

 

Interventi
Interventi
Personaggi
Personaggi
Tuscia
Tuscia
Calendario di Lucrezia
Calendario di Lucrezia

 

Antropologia
Antropologia
Teatro
Teatro
Tuscia vista dal cielo
Tuscia vista dal cielo
Artisti
Artisti

 

Primo piano