Si è tenuta a Canino l'8 dicembre

3634.png

Lunedì 8 dicembre in mattinata si è svolta a Canino l’annuale manifestazione organizzata dalla Coldiretti. Si tratta del ‘’Giorno del Ringraziamento’’, una occasione che rievoca e rappresenta il legame forte tra queste terre, le attività agricole che vi si svolgono ed i prodotti agroalimentari che ne derivano. E’ stata celebrata nella chiesa di S. Francesco una Santa Messa alla quale hanno partecipato il presidente della federazione provinciale della Coldiretti Mauro Pacifici, il nuovo direttore Ermanno Mazzetti, il responsabile del comprensorio Andrea Pedica, il presidente della locale sezione Ernesto Baglioni, le impiegate dell’ufficio di Canino Daniela Mancini Cilla ed Eleonora Mocini, le autorità locali e numerosi cittadini, agricoltori e non. Significativa e coreografica è apparsa l’esposizione nei rustici cesti, posti alla base dell’antico altare della chiesa, che hanno formato un offertorio di prodotti alimentari frutto delle attività agricole locali.

Il significato intrinseco dell’occasione è quello di ringraziare Madre Terra di tutto quello che è in grado di offrirci nonostante ‘’il momento difficile che l’economia generale ci fa vivere’’ ha affermato il sindaco del paese Mauro Pucci ‘’e nonostante molte nubi si addensino sull’agricoltura a causa dei nuovi tributi che si stanno paventando’’.

Tuttavia, rispetto ad un sistema in cui le attività legate all’artigianato ed all’edilizia hanno segnato una battuta di arresto totale, l’agricoltura -benché in mezzo ad enormi difficoltà- sembra resistere. “Non c’è futuro senza passato’’ afferma Andrea Pedica responsabile del comprensorio per la Coldiretti “Dovremmo riscoprire e valorizzare le nostre risorse agroalimentari e da lì ripartire con le filiere ad esso associate del turismo enogastronomico, della biologia alimentare, dell’agricoltura, delle risorse energetiche, e così via’’. Il progetto della Coldiretti è di generare un mondo in cui dall’agricoltura provengano le basi e le motivazioni per la vita del territorio, la produzione di energie alternative, la medicina biologica e, perché no l’impostazione di una filosofia di vita più solidale tipica delle culture tradizionali contadine. Ma senza trascurare il futuro, rappresentato dalle tecnologia, dalla comunicazione tramite i social network come Facebook, Twitter, la redazione di comunicati stampa ed interventi giornalistici in grado di fornire utili informazioni ai cittadini e agli associati rispetto ai servizi svolti, alle scadenze fiscali, alle scadenze agricole e così via. Ma il messaggio, la filosofia che deve passare, attraverso gli interventi dell’associazione, rappresentata del nuovo direttore della Federazione Provinciale Ermanno Mazzetti, è questa: “dobbiamo riprendere a credere in noi, nelle persone oneste e lavoratrici. Saremo convincenti presso gli altri - non ultimi gli enti nazionali e internazionali - se crederemo fortemente nel nostro Paese e ciò significa credere nel suo territorio e quindi della sua terra, anche intesa come fonte primaria di sostentamento materiale e morale delle genti”.

Temi

Gli Etruschi
Gli Etruschi
I Farnese
I Farnese
Canino
Canino
Luciano Bonaparte
Luciano Bonaparte

 

Interventi
Interventi
Personaggi
Personaggi
Tuscia
Tuscia
Calendario di Lucrezia
Calendario di Lucrezia

 

Antropologia
Antropologia
Teatro
Teatro
Tuscia vista dal cielo
Tuscia vista dal cielo
Artisti
Artisti

 

Primo piano