Vivere l’adolescenza da protagonisti. In un libro i temi dei ragazzi dell’I.T.C.G. “C. A. Dalla Chiesa” di Montefiascone.
La copertina del libro

  Il prof. Mario Ciofo è nato e vive a Piansano, ma a Montefiascone molti lo ricordano e lo apprezzano per aver insegnato italiano a varie generazioni di studenti dell’I.T.C.G. “C.A. Dalla Chiesa” all’epoca in cui preside dell’Istituto era la prof.ssa Saffirio Lazzari. Oggi Mario è in pensione, ha un titolo di consulente familiare e svolge opera di volontariato presso la Caritas diocesana e il Ceis, ma i ricordi e le suggestioni di quegli anni devono essere ancora ben presenti in lui se ha deciso di dedicare a quell’esperienza la sua seconda fatica letteraria.
  Il suo esordio editoriale risale a tre anni fa, allorché pubblicò per l’editore Carello: “Mettere le ali”, una sorta di dialogo a tre voci - l’autore, il suo alter ego e un amico scomparso – su tematiche di tipo esistenziale. La particolarità di questo libro risiede in una felice contaminazione tra prosa e poesia: quest’ultima rivestita del metro classico dell’ottava rima. Non sembri anacronistica o, peggio, intellettualistica questa scelta: l’ottava è la più autentica espressione della cultura poetica popolare. I nostri pastori e contadini, magari analfabeti, recitavano a memoria interi brani dell’Ariosto e del Tasso. E, soprattutto, in ottave si svolgevano quelle singolari tenzoni poetiche che al fresco di una cantina o al tavolo di una fraschetta, confortati da un boccale di vino, opponevano i nostri poeti a braccio, straordinari improvvisatori di rime baciate o alternate, in avvincenti quanto godibili contrasti. Oggi i “poeti estemporanei” sono quasi scomparsi, ma fino a qualche anno fa se ne contavano a decine in tutta la Tuscia. Mario con le sue rime celebra e rilancia un’epopea di cultura popolare forse troppo in fretta rimossa.

  Ma veniamo al suo ultimo lavoro, bello fin dal titolo: “Il cuore dei giovani. Sedici diciannove anni da protagonista” (Gruppo Edicom 2006). Niente a che fare con il precedente volume: questa volta l’autore ha raccolto e riunito intorno a quattro percorsi tematici – Parlare, Riflettere, Vivere, Amare – una selezione dei temi svolti dai suoi alunni dell’I.T.C.G. “C.A. Dalla Chiesa” di Montefiascone negli ultimi dieci anni della sua esperienza di insegnante. Ne viene fuori una testimonianza polifonica, una sorta di lungo e ininterrotto blog, sui bisogni, le paure, le emozioni, le speranze, le delusioni e gli entusiasmi delle ultime generazioni. Stimolati dagli spunti offerti dall’insegnante (ascoltando una poesia ad occhi chiusi, un’ora con me stesso, riflessioni sull’amore...) i ragazzi si concedono con grande spontaneità e candore, rivelando i moti più intimi del proprio animo. Parlano, sempre in prima persona, di sé stessi e delle proprie contraddizioni, dei rapporti non sempre facili con i genitori, del loro bisogno di amicizia e di amore, dei loro turbamenti affettivi e sensuali.
  Il libro si inserisce in un consolidato genere letterario che ha visto negli ultimi anni un rinnovato successo: ma, attenzione, chi si aspettasse un “Io speriamo che me la cavo” delle scuole superiori o un “Bestiario della gioventù d’oggi” rimarrà inevitabilmente deluso. Il libro ha il suo maggior pregio nella verità: mai l’autore calca la mano per rendere più appetibile o frizzante una testimonianza; mai orienta la barra della discussione su tematiche procaci o tali da solleticare istinti voyeristici. Il suo atteggiamento è, casomai, maieutico. Si tratta di un libro utile per capire di più e meglio i giovani, per entrare – come dice il titolo – nel loro cuore; consigliabile quindi a genitori, insegnanti, educatori e soprattutto ai ragazzi stessi che vi troveranno gran parte di sé.


 

Temi

Gli Etruschi
Gli Etruschi
I Farnese
I Farnese
Canino
Canino
Luciano Bonaparte
Luciano Bonaparte

 

Interventi
Interventi
Personaggi
Personaggi
Tuscia
Tuscia
Calendario di Lucrezia
Calendario di Lucrezia

 

Antropologia
Antropologia
Teatro
Teatro
Tuscia vista dal cielo
Tuscia vista dal cielo
Artisti
Artisti

 

Primo piano